ROAD TRIP AUSTRALIA OCCIDENTALE – DA PERTH AD EXMOUTH

Il nostro primo vero viaggio on the road comincia da Perth, Australia Occidentale. Abbiamo vissuto 3 mesi in questa città e ci siamo organizzati per adibire il van con il quale viaggeremo intorno al Paese.

Prima di partire per questa nuova avventura prepariamo scrupolosamente un itinerario, perché non vogliamo perderci nulla di questo Paese, e non vogliamo neanche spendere una fortuna. Infatti, sia nelle accomodation che nelle attrazioni abbiamo cercato di tenere la chiave ‘low cost’. In questo ci ha aiutato moltissimo l’applicazione ‘Wikicamps Australia’, la bibbia dei viaggiatori in Australia. Ne parliamo in maniera approfondita in questo articolo.

Se stai programmando un road trip nella costa occidentale dell’Australia, di seguito trovi indicazioni e consigli su cosa vedere e cosa non perdere, tutto senza spendere un capitale.

GIORNO 1 – Da Perth al Pinnacles desert

Non appena usciti da Perth la prima destinazione è il Parco Nazionale dello Yanchep, che si trova a circa 50 km di distanza. All’ingresso del parco il costo da pagare è di $12 per automobile (fino ad un numero massimo di 12 persone), che comprende anche il parcheggio. In questo parco si potrebbe passare un’intera giornata tra canguri, koala e percorsi natura per tutta la famiglia. Il parco è anche assortito di barbecue e bar, sala da tè, negozi dove poter acquistare souvenir e cartoline. Periodicamente vengono inoltre organizzati diversi eventi, sul sito ufficiale potrai trovare maggiori dettagli.

Il tempo che passerai al parco dipenderà da quanti giorni hai a disposizione per visitare la zona, ma in linea di massima in qualche ora lo si visita in maniera soddisfacente.

È possibile visitare la spiaggia di Lancelin nella stessa giornata

lancelin australia occidentale
La spiaggia di Lancelin – Australia Occidentale

Spiaggia isolata e le più grandi dune di sabbia bianca dell’Australia Occidentale. Per i più avventurieri è possibile noleggiare una sand board e avere qualche ora di puro divertimento surfando sulle immense dune.

L’ ultima tappa della giornata è il Deserto dei Pinnacoli – The Pinnacles desert, una delle attrazioni di punta dell’intera Australia Occidentale.

L’area si trova all’interno del Parco Nazionale Nambung, anche in questo caso è necessario pagare una quota all’ingresso di $12. Una volta all’interno del parco sarà possibile visitare il piccolo centro informativo, che attraverso delle immagini ti darà un’idea del tipo di flora e fauna che osserverai. E’ possibile percorrere il sentiero in automobile oppure camminando. Nel primo caso il percorso è lungo circa 1.5 km e potrai fermarti lungo la via. Se vai a piedi potrai seguire il percorso pedonale costruito per attraversare le vare zone principali del parco.

Questo deserto è a dir poco affascinante, una immensa distesa di sabbia gialla che insieme a bizzarre formazioni rocciose calcaree appuntite fa da protagonista e regala scatti unici. Quando la guardi non ne vedi la fine, e ogni singolo pinnacolo di roccia è diverso dall’altro. Per tutto il tempo della visita ti chiederai come questa cosa sia possibile. Tranquillo, è successo pure a noi.

pinnacles desert
Il deserto dei Pinnacoli – Australia occidentale

I momenti migliori per visitare questo posto magico sono l’alba e il tramonto , dove le luci creano giochi di ombre ed incontri, ed è li che potrai liberare la tua fantasia e tornare di nuovo bambino.


CONSIGLI UTILI

Compra un pass per i parchi nazionali dell’Australia Occidentale, ti farà risparmiare tanto! Costa circa 45$ ed è valido un mese dal momento dell’acquisto. Chiedi informazioni al primo ufficio disponibile e valuta se in base al tuo itinerario potrebbe tornare utile! 


GIORNO 2 – Da Cervantes a Geraldton

Ci troviamo a Cervantes, dove nella spiaggia principale potrai scorgere qualche delfino che salta tra le piccole barche ormeggiate. È proprio qui che abbiamo visto le prime pinne giocose comparire.

Se hai tempo a disposizione, una visita al Lago Thetis potrebbe essere interessante.
stromatoliti australia
Il lago salato dei stromatoliti – Australia Occidentale

È uno dei pochi posti al mondo con stromatoliti marini viventi (microorganismi che diventano formazioni calcaree solide), ed è un lago salato.

Le rocce che vedrai nel lago sono create dai ‘troppo piccoli per essere visibili ad occhio umano’ batteri, e addirittura grazie alla scoperta di tali micro esseri viventi la scienza di oggi ha potuto comprendere meglio come è nata la vita sulla terra.

Il percorso per osservare il lago salato è un cerchio di 1.5 Km, lungo il quale troverai pannelli informativi che ti spiegano un bel pò di dettagli interessanti.

Dirigendoci verso quella che è la nostra prossima tappa facciamo una breve sosta in un piccolissimo paese di mare che ci ha conquistati a prima vista, Jurien Bay. Popolato solo da qualche casa, si vedono in giro famiglie che si rilassano in spiaggia o signorotti intenti a pescare. Il molo si stacca dalla riva di circa 50 mt, ottima occasione per fare qualche tuffo. L’acqua è di un azzurro surreale.

Continuando a guidare arriviamo a Geraldton, la cittadina più grande di questa zona

Se hai bisogno di comprare beni di prima necessità o cerchi qualcosa di specifico, questa è la tua occasione. Lungo la costa non troverai altre città, quindi Geraldton rappresenta l’ultima possibilità di trovare ad esempio una maggiore varietà di supermercati e di prodotti disponibili. E di conseguenza di prezzi.

Ultima tappa della giornata è l’Hutt Lagoon, il famoso Lago Rosa

australia occidentale
Lago Rosa di Port Gregory, Hutt Lagoon, Australia Occidentale

Anche questo come quello di Cervantes è un lago salato, ma la particolarità di questo è il suo colore, un rosa intenso che renderà ogni tuo scatto qualcosa di sensazionale. Il colore deriva da un alga, che stimolata dalla forte salinità dell’acqua produce un alto tasso di beta carotene, colorante. La laguna contiene il più grande impianto di produzione di micro-alghe del mondo: qui 250 ettari di stagni artificiali sono utilizzati per coltivare la “Dunaliella salina”.

Il momento migliore per visitare il lago è intorno a mezzogiorno oppure prima che il sole tramonti. Anche oggi chiudiamo la giornata con uno spettacolo della natura!

GIORNO 3 – Kalbarri National Park

Bisognerà dedicare almeno un giorno intero alla visita di Kalbarri, un altro dei bellissimi parchi nazionali dell’Australia Occidentale. Iniziamo la nostra visita dalle magnifiche ed imponenti scogliere della costa. Tutte le info sul sito ufficiale.

australia occidentale
Kalbarri, la costa – Australia Occidentale

Non ci perdiamo nemmeno uno stop lungo questa costa magnifica, fatta di imponenti formazioni rocciose dal colore rossastro e l’oceano indiano che si apre davanti ai nostri occhi. Mentre ci troviamo al punto di osservazione del “Natural Bridge Kalbarri” vediamo un gruppo numerosissimo di delfini grandi e piccoli che giocano sereni e li ammiriamo nelle loro magnifiche danze. Questo ha reso la nostra giornata in questo posto che di suo è già meraviglioso, ancora più emozionante. Il racconto a questo articolo.

 

Nonostante sia già parco nazionale, tutti i punti di osservazione e le spiagge lungo la costa sono gratis. Se ci si addentra nel parco ci sarà una quota da pagare di $12. Ma ci sarebbero dei “ma”.

L’interno del parco da quello che vediamo nel volantino e dalle ricerche fatte è molto bello, così decidiamo di dedicare un’altra giornata ad una visita approfondita. Ma una volta arrivati all’ingresso scopriamo che davanti a noi ci sono 19 km di strada dissestata. Proviamo a fare giusto qualche km ma ci rendiamo conto che per il nostro van è troppo. La strada è totalmente irregolare e le vibrazioni che provoca ad un mezzo normale possono essere dannose. Purtroppo non possiamo continuare la visita in questo posto che sarebbe di certo stato spettacolare.

Avendone la possibilità, potresti spendere un’intera giornata all’interno del parco in sé, ma per fare questo avrai bisogno di un mezzo a quattro ruote motrici. Molte destinazioni non sono raggiungibili altrimenti. Valuta questo particolare nella stesura del tuo itinerario.


CONSIGLI UTILI

Se ti piace il camping e ti appassiona l’avventura, esistono dei 4×4 con una tenda ad estrazione montata al tetto. In questo modo potrai raggiungere anche i posti più remoti ed avere la comodità di una tenda facile da utilizzare.


GIORNO 4 – Da Kalbarri a Shark bay

Più si va verso nord e più iniziamo a vedere una natura pulita e incontaminata tanto da perdersi dentro questi paesaggi. Questa giornata può essere dedicata ad “Hamelin Pool” e “Denham” che fanno parte di quella penisola chiamata “Shark bay”, patrimonio dell’UNESCO.

Ricordi il lago Thetis di Cervantes? Ad Hamelin Pool potete ammirare un’altra meraviglia di questo genere. La differenza è che in questo caso vedrai gli stromatoliti in acqua azzurra e cristallina, trattandosi di acqua di mare. Hamelin Pool è infatti una riserva naturale marina protetta.

australia occidentale
La spiaggia fatta di conchiglie, Shell Beach, Australia Occidentale

Facendo qualche km in più ti ritroverai a “Shell beach” ovvero la spiaggia delle conchiglie. Altre spiagge sono state chiamate con questo nome ma questa è, se vogliamo dirla così, l’originale. La spiaggia invece della sabbia ha delle conchiglie bianchissime, per uno strato di 10 metri di profondità! Non ci sono parole per descrivere tanta bellezza, e neanche le foto rendono giustizia.

Se vuoi ammirare tutto questo dall’alto, assicurati di raggiungere il punto di osservazione “Eagle Bluff”, dal quale se sei fortunato, potresti vedere squali e mante.

Dirigendoti verso l’ingresso del parco nazionale Francois Peron scorgerai un lago con dell’acqua azzurra cristallina.

Se vuoi visitare l’interno del parco, come in tanti altri parchi dell’Australia, ti servirà un mezzo a 4 ruote motrici.

Non possiamo non menzionare “Monkey Mia”, altra attrazione di questa zona. Famosissima perché in questa spiaggia si riuniscono ogni giorno numerosi delfini. L’ora migliore per vederli è la mattina presto (6/7) quando viene dato loro da mangiare da dei volontari che si prendono cura degli esemplari. Per assistere allo spettacolo dovrai pagare una quota di ingresso di $12 a persona.

GIORNO 5 – Da Shark bay a Carnarvon

carnarvon australia
La vecchia stazione ferroviaria di Carnarvon – Australia Occidentale

Circa 550 km ci separano dalla prossima spiaggia d’incanto, ma la guida ci prenderebbe quasi un intero giorno. Per cui possiamo benissimo fare uno stop a metà strada, nella contea di Carnarvon. La cittadina ha una ambientazione western degna dei film di Clint Eastwood, con l’unica differenza che questa è veramente desertica. La popolazione è per lo più aborigena e tutto ruota attorno ad una via principale con pochi negozi. Consigliamo una passeggiata sul “one mile jetty”, un ponte che si estende sul mare per un miglio. Li potrai anche trovare i resti di una vecchia ferrovia che ti farà sentire in un set hollywoodiano. Un tempo il treno collegava la terra ferma ad un piccolo isolotto, ormai disabitato.

A Carnarvon è anche presente un piccolo museo che racconta la storia del luogo, l’ingresso è gratuito, sostenuto da donazioni.

Se hai un mezzo a 4 ruote potrai raggiungere i ”Quobba blowholes” , dove il mare che lotta con le rocce regala uno spettacolo unico.

GIORNO 6 – Da Carnarvon a Coral Bay

Ed eccoci nel paradiso. Se sei arrivato fin qui, ti sei meritato questa meraviglia.

Australia occidentale
Spiaggia di Coral Bay, Australia Occidentale

Noi ci siamo innamorati di questo posto, tanto che non volevamo più andare via! Questa è Coral bay!

Da qui partono imbarcazioni per la barriera corallina Ningaloo, dove troverai oltre ai coralli e alle mille varietà di pesci, anche tartarughe squali e mante. Informati prima sui vari tour, potrebbe essere meglio prenotare in anticipo.

Assicurati anche di raggiungere Paradise Beach, un’altra meraviglia a pochi minuti di guida da Coral Bay.

GIORNO 7 – Da Coral Bay ad Exmouth

L’ultima tappa di questo viaggio stupendo si trova nella punta a nord dell’Australia occidentale. Exmouth.

Le strade già da un po’ sono deserte e molto sabbiose, dritte dritte, dove per chilometri non c’è il minimo segno di presenza umana. Dove vedrai tanti segni stradali di attenzione a canguri, emù, mucche, lucertole, cavalli, pecore che non ne hai mai visti così tanti tutti insieme. Vedrai animali di ogni tipo spassarsela sull’unica carreggiata dove cerchi di guidare, noncuranti del fatto che non puoi fare altrimenti. E se ogni tanto butti gli occhi in alto avvisterai anche qualche aquila e se sei fortunato come noi i temuti falchi predatori.

australia occidentale
Le piccole tartarughe marine ad Exmouth

Exmouth è una piccolissima cittadina, pari ad un villaggio. È conosciuta per il parco nazionale Cape Range al quale fa da guardiana. Inoltre da qui si raggiunge la barriera corallina, e ogni anno le tartarughe marine regalano uno spettacolo senza pari. Da Novembre a Febbraio tutte le mamme tartarughe depongono le uova in queste spiagge, e da Gennaio a Marzo si può assistere al miracolo della nascita. Ci abbiamo fatto un video su questa incredibile esperienza, che trovi a questo link.

Presso il centro informazioni potrai prenotare il tour che ti porterà a stretto contatto con le tartarughe. Noi abbiamo avuto la fortuna di incontrare le grandi durante il periodo di deposizione delle uova a distanza ravvicinata, vivendo una delle esperienze più forti ed emozionanti di tutto il viaggio. Ed una mattina, come vedrai nel video, ci siamo accidentalmente imbattuti in piccole tartarughe bloccate tra le rocce, salvandone alcune. Per noi amanti della natura, sono stati momenti veramente intensi.

GIORNO 8 – Esplorare il parco nazionale Cape Range

Il Parco Nazionale Cape Range ha un costo d’ingresso di $12 per macchina, quindi divisibile se hai più passeggeri. È possibile pernottare nei vari camping che si trovano all’interno del parco e se vuoi fare questo, ti consigliamo di prenotare in anticipo. Il nostro consiglio è di spendere almeno due giorni all’interno del parco, qui ci sono alcune delle spiagge più belle di tutta l’Australia. Tieni presente che non c’è assolutamente nessun segnale telefonico, il modo migliore per goderti qualche giorno di pace lontano da tutti e tutto, immerso in un paradiso che non potrai più cancellare dalla tua mente.

spiaggia australia
La spiaggia di Turquoise Bay, Exmouth

Al Cape Range si trovano tanti percorsi e punti di osservazione eccezionali, ma sicuramente le attrazioni di punta rimangono le indescrivibili spiagge. Turquoise Bay e Sandy Bay sono solo alcuni nomi.

Oltre che rilassarti al sole e fare il bagno in questa meraviglia, potrai fare snorkelling a Oysters Beach. Qui ti puoi fare un’idea di quello che è la barriera corallina da queste parti.


CONSIGLI UTILI

Prima di organizzarti per lo snorkeling, assicurati delle condizioni della marea. Qui il fenomeno della bassa e alta marea repentina è frequente e molto più accentuato del solito


Il nostro primo road trip si è concluso con il rientro a Perth, guidando di nuovo verso la città. Se vuoi proseguire il tuo viaggio, potrai continuare in direzione Darwin, la prima città lungo il tuo percorso. Se hai noleggiato un van li potrai di sicuro riconsegnarlo e organizzarti per il volo di rientro. Se come noi ti dirigerai di nuovo a sud, calcola il tempo necessario per guidare verso la tua destinazione. In questo articolo abbiamo messo insieme dei consigli pratici per affrontare al meglio il road trip da queste parti, oltre ad info utili sui noleggi dei vari camper.

SEI PRONTO PER IL TUO INCREDIBILE ROAD TRIP?

Quello che vedrai in questo viaggio ha dell’incredibile ed è li ad aspettarti! Prendi in mano la tua voglia di avventura e vai!

Se hai bisogno di ulteriori dritte lasciaci un commento qui sotto, saremo felici di aiutarti a vivere l’esperienza perfetta.

Che altro dire? Che la magia abbia inizio. L’Australia è difficile da dimenticare.

Buon Viaggi da Francesco&Veronica.

 

Write A Comment